Stefania Battarino - Musicoterapia in Sardegna
A-   A+   

La musicoterapia Umanistica

La Musicoterapia umanistica utilizza la musica come mezzo terapeutico, ideale per far ritrovare il valore dell'ascoltare se stesso e ascoltare gli altri. 

I presupposti della Musicoterapia Umanistica sono l'accettazione incondizionata della persona e la convinzione che la persona possieda le risorse necessarie per affrontare la propria vita. La persona è quindi parte attiva della terapia, il musicoterapeuta è il facilitatore del processo di crescita e aiuta la persona a ritrovare e a potenziare le sue risorse.

Il musicoterapeuta lavora all'interno di una relazione di scambio e ascolto, favorisce l'apertura verso il mondo esterno, la comunicazione, l'armonia del movimento, il linguaggio, gli apprendimenti, l'attenzione e l'ascolto. Anche in situazione di grave compromissione psicofisica, la musica sollecita la relazione, l'espressione dei vissuti emotivi, lo scambio e la socializzazione.

In musicoterapia si fa musica insieme attraverso il Dialogo sonoro che nasce dall'improvvisazione clinica al pianoforte e che si sviluppa attimo dopo attimo. Il dialogo è fatto di parole, ordine ritmico e numerico, movimento, gesti, respiri e voce. Il musicoterapeuta suona improvvisando al pianoforte sulla base dell'osservazione attenta e continua della persona che, a sua volta, vive l'esperienza ad un tale livello emozionale da essere in grado di trasferirla nella dimensione quotidiana. Attraverso lo sperimentare si verificano i cambiamenti interiori ed esteriori che caratterizzano l'efficacia di un agire terapeutico in musicoterapia.

" Fare musica " insieme sviluppa la creatività presente in ogni essere umano. In musica la creatività si esprime attraverso l'improvvisazione musicale, ma non è un'improvvisazione fine a se stessa, bensė un percorso dove esistono i confini e una guida attraverso la consapevolezza di ciò che si sta facendo e " sentendo " . " Fare musica " insieme favorisce gli apprendimenti perchè nel ritmo e nel movimento troviamo il numero e nella traccia, la scrittura.

La Musicoterapia Umanistica introduce il concetto di Corpo Vibrante: la cassa armonica del pianoforte si rivela un poderoso strumento musicale in grado far vibrare corpi sottoposti a deprivazioni, sofferenza, traumi e tensioni, ed è in grado di coinvolgere nella risonanza il corpo di un bambino e di un adulto. La corporeità è al centro di ogni evento che riguarda l'essere umano; la lettura della corporeità, ossia del non verbale, è la comunicazione vera con la quale l'essere umano manifesta il suo disagio e il suo benessere, il suo " essere nel mondo " .

L'obiettivo della Musicoterapia Umanistica è la crescita armonica, attraverso l'ascolto e la pratica musicale di ogni persona con o senza disabilità. La musica diventa lo strumento di lavoro utile per conoscere se stessi nella relazione con gli altri e con il mondo.

Pagina Validata XHTML 4.01!